Piante in camera da letto: è vero che fanno male?

Sono in molti a pensare che le piante in camera da letto possano nuocere alla salute: ma è davvero così? E quali sono le più adatte a farci compagnia durante la notte? 

Cominciamo col dire che, in generale, avere delle piante in casa ha molti vantaggi:

  • regolano il livello di umidità degli ambienti;
  • rilasciano ossigeno, assorbendo l'anidride carbonica, tramite la fotosintesi clorofilliana;
  • migliorano l'umore e riducono lo stress;
  • arredano meglio di qualsiasi mobile e riscaldano gli ambienti, donando loro un aspetto accogliente;
  • depurano l'aria. 

Di quest'ultimo punto in particolare abbiamo già parlato: alcune piante hanno la capacità di assorbire le sostanze inquinanti, che circolano in casa nostra.

Le piante in camera da letto non sono dannose per la salute

Un aiuto contro l'inquinamento domestico

Eh sì, forse vi sembrerà assurdo, ma anche le nostre case purtroppo sono piene di sostanze inquinanti!

Detersivi chimici per le pulizie, fumo di sigaretta, solventi, vernici, insetticidi, deodoranti spray...

Sono tutti prodotti che liberano nell'aria sostanze tossiche, dannose per il nostro organismo e le piante ci aiutano ad eliminarle.

Ma... se le piante arrecano così tanti benefici, perché esitiamo nel metterle in camera da letto?

Tutti sappiamo che le piante producono ossigeno di giorno e anidride carbonica durante le ore notturne, per questo motivo si è portati a pensare che tenerle in camera da letto possa risultare nocivo per l'uomo. 

Ladre di ossigeno?

Si tratta in realtà di una falsa credenza: la quantità di anidride carbonica, emessa durante la notte, è molto esigua ed è ben poca cosa, rispetto ai benefici che le piante apportano alla nostra salute, durante l’intera giornata.

Dunque, tenere le piante in camera da letto è sicuramente un'ottima idea... e lo dice anche il Feng Shui!

Piante e Feng Shui

Conoscete il Feng Shui? È una disciplina orientale, molto di tendenza anche da noi, secondo cui qualsiasi mobile o oggetto che abbiamo in casa, è in grado di condizionare la nostra energia interiore.
Anche le piante dunque, se disposte in modo corretto all’interno dell’ambiente domestico, avrebbero la capacità d'influire positivamente sul nostro stato d’animo.

Il Feng Shui fornisce indicazioni per ogni stanza della casa, compresa la camera da lettoRaccomanda, ad esempio, che le piante non siano di grandi dimensioni e che vengano collocate fuori dal campo visivo quando si è sdraiati a letto, in modo che la loro energia non rischi di contrastare il sonno.

La pianta perfetta per la camera da letto, secondo il Feng Shui? La menta!
Profuma l’ambiente con la sua fresca fragranza, e ha il potere di rasserenare gli animi, limitando così le discussioni.

Piante in camera da letto: il Feng Shui dice sì!


Ma torniamo a noi, quali sono le piante più adatte per la camera da letto? Eccone alcune tra le più gettonate!

ALOE VERA

L'aria della vostra camera da letto è pulita? Ve lo dice l'aloe!
Le foglie dell'aloe vera, sono infatti dei veri e propri bioindicatori: quando presentano macchie brunastre significa che l’aria che respiriamo è inquinata.

Conosciutissima e molto amata, l'aloe è anche una delle piante più indicate per favorire il buon riposo. Le sue foglie spesse e carnose riescono a catturare efficacemente la maggior parte degli agenti tossici presenti in camera da letto e allo stesso tempo rilasciano ossigeno.

E poi è molto facile da curare: bastano una postazione luminosa e annaffiature regolari.

ORCHIDEA

Fiori simili a grandi farfalle e foglie lucide e carnose, l'orchidea non è soltanto un bellissimo decoro per la camera da letto, ma ha anche una grande capacità di assorbire le sostanze nocive, soprattutto la formaldeide, uno dei più diffusi inquinanti interni, che causa infiammazioni alle mucose nasali e agli occhi.

Grazie a questa sua facoltà di purificare l’aria, questo fiore migliora notevolmente la qualità del sonno, donandoci un senso di relax e benessere.
Come farla crescere bella e forte? Tanta luce e bagnatela spesso.

Spatiphyllum: una pianta perfetta per la camera da letto

SPATIFILLO

Una pianta... “spaziale”! Lo sapete che negli anni ‘80 la Nasa condusse vari studi sulle piante, per capire se e quanto riuscissero a combattere l’inquinamento domestico? Beh, sembra che una delle più efficaci fosse proprio lo spatifillo!
Detta anche "giglio della pace", è una pianta longeva ed elegante con foglie perenni e fiori bianchi, simili alle calle.

Aiuta a liberare l'aria da sostanze chimiche come formaldeide, benzene, ma anche muffa e altri allergeni. Inoltre rilascia ossigeno!  

POTHOS

Questa piantina “romantica” dalle foglie a forma di cuore, richiede pochissime cure ed è molto decorativa, grazie alla sua forma pendente. Purifica l'aria e sembra essere particolarmente efficace contro le sostanze tossiche sprigionate dalle vernici dei mobili e dal parquet.

Per farla durare a lungo, vi basterà tenerla in un ambiente luminoso, innaffiarla solo quando il terreno è asciutto e concimarla, come le normali piante da appartamento.

Pothos, la pianta perfetta per la camera da letto

SANSEVIERIA

Elegante e decorativa, le sue proprietà purificanti sono note fin dall'antichità. Rimuove la formaldeide e contrasta l'elettrosmog, causato dai dispositivi elettronici, che abbiamo in camera.

Di notte produce ossigeno, assorbendo così anche l'umidità in eccesso.
Ha bisogno di poche e semplici cure: temperature superiori ai 10°C, concimazioni regolari, irrigazioni controllate, ma non troppo abbondanti, esposizione alla luce indiretta e una frequente pulizia delle foglie.

Ha un'unica controindicazione: le sue foglie sono velenose e possono dunque essere pericolose per i vostri amici a quattro zampe.

Sansevieria, la pianta regina della camera da letto

EDERA

Avete una camera da letto poco illuminata? L'edera è la pianta che fa per voi!
È molto resistente, sopravvive anche a temperature basse e con poca luce e anche lei ha notevoli proprietà purificanti!

Combatte la muffa e le sue foglie, filtrando l'aria, assorbono le sostanze nocive presenti nella stanza, come la formaldeide e le polveri sottili.

LAVANDA

Per la camera da letto sarebbe meglio preferire piante non troppo profumate, perché potrebbero disturbare il sonno... ma c'è un'eccezione ed è la lavanda.

È una pianta famosa per le sue proprietà rilassanti e calmanti: il suo profumo inconfondibile e inebriante aiuta infatti a ridurre lo stress e abbassa la frequenza cardiaca, garantendovi sonni tranquilli.

La lavanda è inoltre molto decorativa e potete sceglierla di diversi colori: non solo viola, ma anche grigia, porpora, bianca o rosa!

DRACENA MARGINATA 

Avete il brutto vizio di fumare? Ci pensa questa pianta a darvi una mano! La dracena infatti, è particolarmente efficace nel purificare l'aria, assorbendo il fumo di sigaretta in eccesso.

È inoltre molto scenografica: il fusto sottile e le foglie grandi la rendono perfetta, per dare un tocco esotico/tropicale alla vostra stanza da letto.


Vive bene in penombra, quindi può essere posizionata anche lontana dalle finestre. Si consiglia comunque di assicurarle il giusto mix di luce e ombra, oltre che abbondante acqua.

Attenzione però: la dracena è velenosa e quindi sconsigliata se avete bambini o animali domestici.

 

 

E per finire, qualche avvertenza in più!
Ora che avete qualche idea su quali piante preferire per la vostra camera da letto, ecco alcuni consigli utili:

  • preferite piante purificanti e rilassanti, come pothos o aloe vera;
  • sistematele preferibilmente vicino alla finestra o alla porta;
  • fate attenzione che il numero di piante sia proporzionato alla dimensione della stanza e al numero di persone. In generale, ad ogni persona presente nella stanza, dovrebbero corrispondere una pianta grande, oppure due piante piccole.

    Ora non vi resta che arredare la vostra camera da letto con queste utilissime piantine e... sogni d'oro!


    Lascia un Commento

    Attenzione! I Commenti verranno valutati prima di essere approvati e pubblicati