Le api: perché sono importanti e come salvarle

 

Le api: perché sono importanti e come proteggerle

Api e insetti impollinatori sono essenziali per il mantenimento della biodiversità e del nostro ecosistema, ecco perché proteggerle, significa dunque proteggere il pianeta e noi stessi. In occasione della Giornata Mondiale delle Api, abbiamo pensato di darvi alcuni consigli per aiutare, ognuno nel nostro piccolo, questi preziosi insetti.

 

Api e impollinazione: perché sono importanti

Le api sono i principali agenti impollinatori del pianeta e giocano un ruolo vitale per la sopravvivenza del nostro ecosistema: trasportando il polline infatti, questi insetti garantiscono la riproduzione di piante e fiori, evitandone l'estinzione e contribuendo a mantenere la biodiversità.

Secondo i dati forniti dall'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), api selvatiche e api domestiche, da sole sono responsabili di circa il 70% dell’impollinazione di tutte le specie vegetali viventi sul pianeta e garantiscono circa il 35% della produzione globale di cibo.

Insomma, un terzo di quello che mangiamo dipende dall'impollinazione delle api.

Oggi, inquinamento, agricoltura intensiva, uso di pesticidi e cambiamento climatico, minacciano gravemente l'esistenza delle api e il numero delle loro colonie è drasticamente diminuito in tutto il mondo. 

Chi impollinerebbe le coltivazioni se le api sparissero?

Quella della scomparsa delle api è un'emergenza che ci riguarda tutti da vicino e ognuno di noi, partendo dal proprio giardino o balcone può fare qualcosa per aiutarle a sopravvivere.

Api: cosa possiamo fare per aiutarle

Ecco una breve lista di cose che possiamo fare per aiutare le api.

1.)  Avere un giardino bee friendly con le piante mellifere

Una delle principali minacce per la vita delle api, soprattutto nei centri urbani, è la mancanza di spazi verdi dove trovare nettare per nutrirsi. Piantare piante amiche delle api, aiuterà loro a sopravvivere e noi ad avere giardini e balconi piene di fiori.
Non è necessario avere tanto spazio, è sufficiente anche soltanto un davanzale con vasi di piante stagionali o che fioriscono tutto l'anno.

2.) Evitare le monocolture aiuta le api

Per nutrirsi le api hanno bisogno di fioriture continue, ecco perché è bene mantenere una certa varietà di fiori e piante ed evitare le monocolture, che fornirebbero polline soltanto per brevi periodi.

3.) Piantare alberi per le api

Le api prendono gran parte del nettare che gli serve per sostentarsi dagli alberi, per questa ragione, se avete abbastanza spazio, piantate un albero da frutta, oppure un tiglio, un acero, un'acacia o un salice.
Le foglie e la resina degli alberi inoltre, forniscono alle api ciò che serve loro per nidificare e ripararsi.

4.) Siepi invece di recinzioni

Le siepi sono belle da vedere e, utilizzandole al posto delle recinzioni in legno, aumenterete le superfici verdi e aiuterete le api, offrendo loro cibo e riparo.

5.) L'agricoltura sostenibile fa bene alle api

Oltre a danneggiare l'ambiente, pesticidi e fertilizzanti chimici sono una delle principali cause di morte tra le api. Per concimare le vostre piante, preferite prodotti organici e naturali, come il compost, mentre per tenere lontani i parassiti potete avvalervi dell'aiuto di insetti utili.

Per altri consigli su come praticare un giardinaggio sostenibile, vi rimandiamo al nostro articolo. 

6.) Dare da bere alle api

Instancabili impollinatrici, anche le api hanno sete! Per dare loro un po' di ristoro, riempite una ciotola poco profonda con acqua pulita e aggiungete dei sassolini, che serviranno loro come isole per appoggiarsi. E non dimenticate che alle api piace condividere le informazioni, per cui la notizia che nel vostro giardino si trova una fonte d'acqua si spargerà presto tra gli altri insetti impollinatori della vostra zona.

7.) Alle api piace il prato selvatico

Cercate di non curare troppo il giardino: detto così non suona come un buon consiglio, ma preferire un prato fiorito con erba alta al posto di un prato all'inglese, renderà molto felici le api, soprattutto se userete tante tipologie di fiori autoctoni e piante officinali.

8.) Costruire una casetta per le api

Oltre alle api mellifere, esistono anche le api solitarie e sono altrettanto fondamentali per l'impollinazione. Non vivendo in colonie come le altre, questo tipo di api di solito nidifica all'interno di piccoli ripari, come i buchi nel legno. Oggi, soprattutto negli spazi urbani, per le api solitarie è sempre più difficile trovare spazi dove costruirsi una casa. Ecco perché molti mettono una casetta per le api in giardino o sul proprio balcone. 

Potete acquistarne una o provare a costruire una casetta per le api fai da te, seguendo un tutorial online. 

10 piante mellifere salva-api

Se c'è una cosa che abbiamo in comune con le api è l'amore per i fiori, per cui piantare nel nostro giardino o sul nostro davanzale bellissimi fiori, farà felici entrambi.

Cercate di scegliere piante e fiori stagionali, che fioriscano dunque in primavera, estate e autunno: voi avrete un balcone sempre in fiore e le api avranno polline per nutrirsi durante tutta la stagione vegetativa.

Ecco una lista di piante per avere un giardino o un balcone bee friendly

Piante mellifere salva api: achillea

Achillea
Pianta erbacea perenne che fiorisce da maggio ad agosto. Produce piccoli fiori colorati che possono essere bianchi, gialli, arancioni, rosa o rossi e vengono visitati da molti insetti. È molto diffusa nei nostri prati, ma può essere coltivata anche in vaso. Preferisce una posizione di mezz'ombra, ha bisogno di poca acqua e poca manutenzione in generale.

 

Come aiutare le api con le piante mellifere: delfinio

Delfinio 
Detto anche "Speronella" o "spron di cavaliere", è una pianta erbacea dalle grandi infiorescenze a spiga con splendidi fiori ricchi di nettare, in varie tonalità di blu. Fiorisce a giugno e luglio, preferisce un'esposizione soleggiata, ma al riparo dai venti, e va innaffiata regolarmente, facendo attenzione ai ristagni idrici.

 

 

Come aiutare le api con le piante mellifere: digitalis purpurea

Digitalis Purpurea
Pianta erbacea perenne dai grandi fiori a campanula color porpora. Sulle pareti interne dei suoi fiori presenta macchie porpora scuro che hanno proprio la funzione di guidare le api verso il polline. Cresce bene in qualunque posizione, sia in pieno sole che all'ombra, non necessita di troppa acqua, per cui si consiglia di innaffiarla regolarmente quando fa molto caldo, senza esagerare.

 

Come aiutare le api con le piante mellifere: liatris spicata

Liatris Spicata
Bulbosa erbacea che fiorisce tra giugno e luglio, con fioriture che si prolungano per settimane, in infiorescenze a spiga piumose, di colore rosa-lilla. È molto semplice da coltivare, si adatta a qualunque terreno e resiste benissimo al freddo. Preferisce le posizioni soleggiate e, se coltivata in vaso, va annaffiata regolarmente ma con moderazione, facendo molta attenzione ai ristagni.

 

Piante mellifere salva api: tulipano

Tulipano
I bulbi di tulipano si piantano in autunno e fioriscono in primavera. I fiori sono a forma di coppa ed esistono in moltissimi e splendidi colori. Il tulipano non ha bisogno di particolari cure, durante la fioritura sarà sufficiente annaffiarli ogni due-tre giorni, a seconda del clima e delle piogge. 

 

 

 

Salviamo le api con le piante mellifere: veronica spicata

Veronica Spicata
È una specie spontanea di pianta erbacea perenne con grande capacità di disseminarsi. I fiori crescono in spighe eleganti di colore violaceo. Fiorisce da maggio ad agosto ma, se potata a fine luglio, regalerà fioriture dalla fine di agosto a tutto l'autunno. Preferisce stare al sole e un terreno normale ben drenato

 

 

Come aiutare le api con le piante bee friendly: crisantemo

Crisantemo
È una pianta perenne, che fiorisce in autunno. Si può coltivare in vaso e resiste anche ai climi freddi. Nelle zone più temperate, a ottobre e novembre regala fiori di colore rosso vivo, giallo dorato e lilla, continuando così a fornire nutrimento alle api, prima dell'inverno. Ama i luoghi soleggiati e riparati dal vento.

 

 

Piante mellifere salva api: tagete

Tagete
Detto anche "Garofano d'India", il Tagete è una pianta molto facile da coltivare che in estate regala fioriture abbondanti e durature. I suoi fiori gialli, arancione o rossi, hanno un profumo molto intenso e particolare che funziona da antiparassitario naturale e attira tantissimo api e insetti impollinatori.

 

 

 

Piante salva api: la lavanda

Lavanda
Erbacea dalle splendide infiorescenze a spiga di colore viola e dall'inconfondibile e intenso profumo. La lavanda è una pianta rustica che si adatta bene a qualunque condizione climatica sul nostro territorio. Per vivere bene le sono sufficienti tanto sole e un terreno asciutto. Grazie al suo profumo, la lavanda è un insetticida naturale, mentre attira e nutre api e insetti impollinatori.

 

 

Piante mellifere per aiutare le api: piante aromatiche

Piante aromatiche
Molte piante aromatiche, come salvia, rosmarino, timo, malva, maggiorana, producono bellissime fioriture e per questo sono piante bee friendly. Sono molto facili da curare, potete usarle per cucinare, e vi basterà allestire un angolino con qualche vasetto sul vostro balcone, per fare contente le api.




La Giornata Mondiale delle Api

Istituita dalle Nazioni Unite nel 2017, la Giornata Mondiale delle Api si celebra il 20 maggio, con l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza di tutelare questi preziosi insetti impollinatori e sui rischi della loro estinzione. 

Ora che sapete tutto di loro, vi aspettiamo da Bia Home & Garden con tantissime piante amiche delle api e consigli su come salvare questi insetti, noi stessi e il nostro ecosistema. 

 


Lascia un commento

Attenzione! I Commenti verranno valutati prima di essere approvati e pubblicati