Piante in cucina: quali scegliere e come metterle

Piante in cucina

Illuminata e ben ventilata, la cucina è uno degli ambienti della casa più favorevoli per far crescere le piante, e non parliamo soltanto delle erbe aromatiche. Esistono moltissime piante da mettere in cucina che vi aiuteranno a migliorarne l'estetica e daranno grandi soddisfazioni al vostro pollice verde.

La cucina è da sempre uno degli ambienti della casa in cui trascorriamo più tempo, da soli o insieme alla famiglia, e questa è una delle principali ragioni per cui arredarla con le piante contribuirà a creare una piacevole e rilassante atmosfera, proprio in una delle stanze che viviamo di più. 

Se pensate che in cucina possano stare soltanto le erbe aromatiche, vi sbagliate: ci sono tantissime piante decorative, belle e facili da curare, che in cucina troveranno il loro habitat ideale.

In queso articolo, vedremo insieme quali aspetti della vostra cucina è bene tenere in considerazione per guidarvi nella scelta delle piante giuste per voi. 

Piante in cucina: ecco perché è una buona idea!

Oltre alla funzione decorativa e anti-stress che le piante svolgono in ogni ambiente della casa, due sono le ragioni principali per arredare la cucina con le piante.

1. Coltivare le piante in cucina è molto facile.
La cucina infatti, a causa delle attività che vi svolgiamo quotidianamente, come bollire l'acqua e lavare i piatti, è un ambiente in cui si genera parecchia umidità, molto gradita alle piante.

2. Le piante in cucina aiutano a purificare l'aria.
La cucina è una delle stanze più soggette all’inquinamento dell’aria. Fateci caso: quando cuciniamo generiamo monossido di carbonio, molti dei nostri mobili contengono formaldeide e i detergenti, che utilizziamo per pulire, contengono sostanze chimiche che sicuramente non aiutano. Ecco dunque che le piante si rivelano un valido alleato nel purificare l'aria della nostra cucina.

E poi diciamocelo: in cucina abbiamo tutto a portata di mano e se nei nostri esperimenti botanici dovessimo combinare qualche pasticcio, possiamo pulire tutto subito. 

Piante in cucina: come sistemarle al meglio

Prima di trasformare la vostra cucina in una giungla verde, esistono tuttavia alcune criticità e aspetti da considerare attentamente.

1. Sistematele lontano dalle fonti di calore.
La cucina è un ambiente molto caldo, per cui fate attenzione a non posizionare le vostre piantine sopra la cappa, perché troppo vicino ai fuochi, oppure a ridosso del forno, che quando viene aperto può sprigionare troppo calore.

2. Le piante in cucina non devono essere d'intralcio.
In cucina spesso ci muoviamo con tante cose in mano: in base allo spazio che avete a disposizione, scegliete dunque il numero giusto di piante da mettere e delle corrette dimensioni, in modo che non vi diano fastidio durante le vostre attività quotidiane.

3. Attenzione a non sporcare troppo!
La cucina è il luogo in cui cuciniamo ciò che mangiamo, per cui deve rimanere il più pulita possibile. 
A questo proposito potete optare per l'idrocoltura: una modalità di coltivazione che non prevede l’utilizzo di terra e che mantiene le superfici più pulite. 
E non solo, è una delle ultime tendenze green! Ricordate? Ve ne avevamo già parlato qui.

4. Valutate bene la luce della vostra cucina
Nelle case moderne si tende a dare molta importanza alla cucina e a progettarle come ambienti ariosi e dotati di ampie vetrate, quindi molto luminosi. 
Tuttavia, non tutti hanno la fortuna di avere una cucina grande e piena di luce. Questo non significa rinunciare alle piante, ma semplicemente che bisogna valutare bene l'esposizione
Ad esempio, dovrete valutare se fuori dalle finestre ci sono edifici che possono impedire alla luce di entrare, oppure se questa viene filtrata troppo dalle tende.usate delle tende.

Piante in cucina: ecco quali sono le più adatte

Ora passiamo a consigliarvi alcune piante che staranno benissimo nella vostra cucina.

Avete poca luce? Ecco 3 piante per la cucina che fanno al caso vostro.

Chlorophytum 

Piante in cucina: Chlorophytum

È conosciuto anche come "Falangio" o "pianta ragno” per questa sua caratteristica di crescere rapidamente, creando cascate composte da tanti "ragnetti" o nastrini. 

Preferisce la luce filtrata ed è molto facile da curare. 
Elimina sostanze nocive come lo xilene e il monossido di carbonio.

Per propagarlo, prendete le nuove piantine cresciute dai suoi rami ricadenti e mettetele in acqua, dove svilupperanno nuove radici.

 

Piante in cucina: Pothos

Photos 

Le sue grandi foglie verdi assorbono l’anidride carbonica, purificando l’aria.
È una pianta ideale da mettere in cucina perché è forte e resistente, ma allo stesso tempo molto bella da esporre: posizionata su un pensile alto, formerà bellissime cascate che orneranno la parte spoglia della parete.

Innaffiatelo regolarmente, ma senza esagerare e ogni tanto vaporizzate le foglie.

Philodendron scandens 

Piante in cucina: Philodendron scandens

Anche il Filodendro è una pianta a bassa manutenzione che resiste alla siccità e tollera la scarsità di luce.

Sta benissimo nei cesti appesi o posizionata in alto.

Simile al Pothos, purifica l'aria da cattivi odori e impurità 

 

 

E ora passiamo a voi fortunati, che avete luce in abbondanza: ecco tre piante per la vostra cucina. 

Aralia 

Piante in cucina: Aralia

È un sempreverde, molto resistente e facile da coltivare. Le sue foglie sono di un bel verde bottiglia, i fiori invece bianco crema.

L'Aralia tollera anche ambienti con poca luce, ma solo posizionata alla luce diretta può crescere rigogliosa
Innaffiatela moderatamente e aggiungete un po’ di fertilizzante per piante verdi quando compaiono nuove foglioline.

  

Piante in cucina: orchidea

Orchidea

Il suo amore per gli ambienti caldi e umidi, la rende perfetta per la cucina, a patto che possa ricevere tanta luce.

Inoltre l'orchidea resiste bene alle correnti d'aria, per cui non soffrirà quando arieggerete la stanza.

E poi, inutile dirlo, è bellissima!

 

Succulente 

Piante in cucina: succulente

Aloe Vera, Crassula, Sedum e Echeveria, sono solo alcune tra le più popolari piante grasse che potete tenere in cucina.

Sono piante a bassa manutenzione, dalle dimensioni contenute e non risentono delle correnti d'aria e dell'escursione termica: per questo basterà anche un piccolo davanzale luminoso e soleggiato. 
 

 

 

Bene, ora che sapete tutto potete trasformare la vostra cucina in una bellissima stanza green! 

 


Lascia un commento

Attenzione! I Commenti verranno valutati prima di essere approvati e pubblicati