Piante natalizie: le 5 più belle per decorare la casa

Piante natalizie

Foglie verde brillante, bacche e fiori colorati: le piante invernali del periodo natalizio sono una vera e propria esplosione di colore e sono perfette per essere regalate, o per decorare la casa e creare un'atmosfera suggestiva.

Contrariamente a quanto si possa pensare, anche la stagione fredda ci regala piante bellissime e rigogliose. In particolare, le piante del periodo natalizio, ci aiutano a rendere la casa più allegra, contribuendo a creare quella tipica magia natalizia che tanto ci piace.

Ecco le cinque piante natalizie più belle da tenere in casa o da regalare e che, con le giuste cure, rimarranno con noi anche dopo le feste.

Stella di Natale 

Piante natalizie: stella di NataleOriginaria del Messico, è la più nota tra le piante del periodo natalizio. 

La sua bellezza è data soprattutto dai fiori, che di solito sono di colore giallo, con petali e sepali disposti a coppa e circondati da una corona di cinque brattee rosse. Ad oggi però, esistono in commercio parecchi ibridi che ci permettono di sbizzarrirci con i colori e avere Stelle di Natale con brattee rosa, fucsia, gialle, bianche, striate, e variegate.

Nel linguaggio dei fiori, la Stella di Natale significa rinascita e in Messico è considerata una pianta sacra, spesso usata come augurio di felicità, per ornare le abitazioni delle coppie appena sposate.

Della coltivazione della Stella di Natale, ve ne avevamo già parlato qui, ma ripassiamo alcuni accorgimenti fondamentali per la cura: 
  • sotto Natale va tenuta in casa in un ambiente mite, luminoso e lontano da fonti di calore e dai raggi solari diretti;
  • innaffiatela soltanto quando il terreno è asciutto, avendo cura di non lasciare ristagni d’acqua nel sottovaso;
  • dopo le feste, quando la pianta perde le brattee, accorciate i rami e collocatela in un luogo tiepido e luminoso, mantenendo il terreno quasi asciutto per circa un mese;
  • da fine aprile potete spostarla all’aperto e all’ombra;
  • in autunno è molto importante tenerla in una stanza fresca, dove ci siano almeno 12/14 ore di buio al giorno.

Nertera 

Piante natalizie: nerteraLa Nertera è un sempreverde coltivato e apprezzato per le sue bacche arancione brillante che spuntano su un tappeto di piccole foglie verdi e danno allegria alla casa.

Originaria delle zone umide dell’Asia, dell’Australia e dell’America meridionale, questa pianta è nota anche come "prato dell'amore", come "baby tears" (lacrime di bambino) per gli inglesi, o pianta a cuscino. 

Piccola e poco ingombrante, la Nertera è perfetta per essere coltivata in ciotole, o in vasi bassi e larghi, e non necessita di particolari cure.

Vediamole insieme:

  • tenetela in una posizione luminosa, ma lontana dal sole diretto;
  • la sua temperatura ideale oscilla tra i 15 e i 18 gradi, ma l'importante è che d'inverno non si scenda sotto gli 8-10 gradi;
  • annaffiatela in abbondanza in primavera-estate e più moderatamente in autunno-inverno, in modo che il terreno rimanga sempre un po' umido;
  • versate l'acqua nel sottovaso e non da sopra, sulle foglioline, che rischierebbero di marcire;
  • fate attenzione a non usare acqua calcarea, preferite quella piovana o comunque decalcificata.

Agrifoglio

Piante natalizie: agrifoglioL’agrifoglio è una pianta sempreverde originaria dell'Europa centro-meridionale, che in Italia cresce spontanea.

Le foglie sono di un bel verde scuro lucente, ma esistono alcune varietà molto belle e decorative con foglie dal margine giallo chiaro o bianco.

Secondo la tradizione, l’agrifoglio è una pianta sacra e portatrice di fortuna. In passato veniva usata per scacciare gli spiriti maligni e le maldicenze della gente, portando la serenità.

Oggi, è tra le piante natalizie più amate e viene usata per creare ghirlande e decorazioni che abbelliscono la casa e la nostra tavola, durante le festività.

Per la sua resistenza, sia al caldo che al freddo, l'agrifoglio starà benissimo in giardino, tuttavia, la sua crescita lenta, la rende perfetta anche per essere coltivata in vaso.

Ecco alcuni consigli per una buona cura:

  • se volete tenerla in casa durante feste, posizionatela in piena luce e in un luogo fresco;
  • se in giardino, annaffiatela abbondantemente ogni due settimane, mentre in vaso datele meno acqua, ma più di frequente;
  • concimatela con regolarità, in primavera con un concime a base di potassio e azoto, in inverno con concime organico;
  • non necessita di potature particolari, se non per la pulizia e il riordino occasionale della chioma.

Elleboro

Piante natalizie: elleboroL’elleboro, o come è più comunemente conosciuto, la Rosa di Natale è una pianta che nasce spontanea nei boschi, disponibile in diverse colorazioni del fiore a seconda della varietà: bianco, crema, rosa, viola e anche nero.

Nel linguaggio dei fiori rappresenta fedeltà e amicizia ed è simbolo di rinnovamento.

La vera bellezza dell'Elleboro sono i suoi fiori a campanula, simili a quelli del Ranuncolo,  che ci aiutano a combattere il grigiore invernale, sbocciando da gennaio ad aprile.

Grazie agli incroci, oggi possiamo avere ellebori di tantissimi colori, dal bianco puro al rosa, al rosso, al marrone, dal verde al giallo.

Per mantenere questa pianta bella e in salute, vi basteranno poche e semplici cure:

  • ha bisogno di un clima fresco e mai arido;
  • in casa tenetelo in una posizione di mezz'ombra;
  • assicuratevi che il terriccio si mantenga umido e annaffiatelo quando risulta asciutto al tatto;
  • se volete piantarlo in giardino, mettetelo sotto le fronde di alberi caducifogli in modo che abbia ombra in estate e sole in inverno;
  • concimatelo in primavera.

Ardisia crenata

Piante Natalizie: Ardisia CrenataL'Ardisia è un arbusto sempreverde originario delle zone calde dell'Asia e dell'Africa.
Nella varietà Crenata, questa pianta presenta foglie appuntite verde scuro e dai margini ondulati, e bacche di un bel rosso lucido molto persistenti.

Molto decorativa e apprezzata, l'Ardisia rappresenta una bellissima alternativa alle più comuni piante natalizie ed è anch'essa molto apprezzata e considerata un portafortuna

 
Ha una crescita molto lenta e le sue belle bacche rosse vi faranno compagnia dall'autunno fino a giugno dell'anno seguente.

Ecco alcuni consigli per la coltivazione dell'Ardisia:

  • ama le posizioni molto luminose e gradisce il pieno sole, per cui in inverno tenetela vicino a una finestra;
  • cercate di mantenerla a una temperatura intorno ai 20 gradi;
  • annaffiatela regolarmente da aprile a settembre, mentre, in inverno, datele meno acqua, ma vaporizzate spesso le foglie con acqua distillata;
  • usate un terreno molto ben drenato, in quanto l'Ardisia teme i ristagni idrici.

 

Bene! Questi sono i nostri consigli sulle più belle piante natalizie da tenere in casa o da regalare, ora ci dite quali sono le vostre preferite?



 

 


    Lascia un commento

    Attenzione! I Commenti verranno valutati prima di essere approvati e pubblicati