10 consigli per un albero di Natale perfetto!

Si avvicina uno dei momenti più attesi dell’anno ed è aperta la caccia alle ispirazioni. Per lasciare tutti a bocca aperta con un albero da manuale. Tante le cose a cui pensare, ma da dove partire? Per non farvi cogliere impreparati, seguite i nostri consigli!

Diciamocelo, avere le idee chiare è fondamentale per sapere come muoversi in tema di shopping natalizio

Tutti noi riponiamo molte aspettative su questo magico periodo dell'anno e vorremmo accogliere parenti e amici con un albero scintillante, un'atmosfera calda e accogliente e una casa decorata con gusto.

La parola d'ordine, però, è e rimane sempre la stessa: leggerezza! Le decorazioni natalizie devono essere un piacere ed è fondamentale che siano vissute senza stress, ora più che mai! 

Quindi... largo a fantasia e creatività, per portare nelle nostre case tutta l'allegria e la spensieratezza di cui abbiamo bisogno. E facciamolo partendo da lui, il vero Re della festa, Sua Maestà l'albero di Natale

Abete artificiale o naturale? Luci calde o luci fredde? Decorazioni in stile nordico o tradizionale? 

Niente panico! Ci abbiamo pensato noi a raccogliere in questo articolo le informazioni indispensabili. La vostra guida "mai-più-senza" alla facile realizzazione dell’albero di Natale perfetto.

Iniziamo?

 

Da Bia Home and Garden una selezione di abeti naturali e artificiali per un Natale davvero speciale

1. Abete artificiale o naturale? Questo è il problema

La prima grande decisione da prendere è questa: meglio un abete naturale, con tutte le cure che comporta prima, durante e dopo, o un abete artificiale?

Per chi ha poco tempo da dedicare alla cura delle piante di casa l'abete artificiale, è senza dubbio, una decisione vincente.

Ne esistono diverse tipologie in commercio che si differenziano principalmente per alcune caratteristiche:

  • Dimensione e ingombro
  • Materiale e finitura
  • Sistema di montaggio

I prezzi, naturalmente, sono altrettanto vari. Ma cosa si nasconde dietro al costo di un albero di Natale? La risposta, nella stragrande maggioranza dei casi, è la più ovvia: la qualità.

Migliore qualità equivale a dire maggiore resistenza e durata del prodotto, ma anche a un effetto più realistico e a un montaggio più rapido: tutti elementi che giustificano un prezzo più alto.

Se non sapete come orientarvi nella scelta del vostro albero, affidatevi a mani esperte e seguite i consigli che abbiamo raccolto per voi qui.

 

2. Abete naturale solo per i pollici verdi

L'abete naturale ha senz'altro un fascino diverso ma richiede qualche attenzione in più, ragion per cui pensiamo non sia una scelta adatta a tutti.

Per prima cosa sappiate, quando lo acquistate, che deve avere le radici: per questo va scelto rigorosamente in vaso, con radici sane e ben distribuite nel terreno.

Meglio preferire l’abete bianco o rosso che sono alberi a crescita lenta. Ricordate però che queste specie sono native della montagna e non sopportano il caldo. Per intenderci, il tepore delle nostre case non è il loro habitat naturale.

Quindi come si cura un abete vero?

  • Sarebbe meglio lasciarlo all'esterno in un angolo fresco e luminoso.
  • Attenzione anche ad innaffiarlo regolarmente e con poca acqua.
  • Il consiglio in più? A fine festività rinvasatelo o piantatelo in giardino, vi ricorderà ogni giorno degli splendidi momenti passati in famiglia.

 

Le luci sono un elemento fondamentale nella decorazione dell'albero di Natale 

3. Si accendano le luci!

Un abete da solo, naturale o artificiale che sia, non basta per fare Natale. L'ingrediente fondamentale per creare quell'atmosfera magica da Notte della Vigilia sono le luci.

In commercio ne esistono principalmente di quattro colori diversi: bianco, rosso, blu e multicolor.

Le luci bianche, possono essere calde e tradizionali, oppure fredde, dall’effetto glaciale. Ma ne esistono anche calde e fredde alternate. 

Sceglietele sulla base del vostro gusto personale ma non tralasciate di pensare a come si abbineranno in generale all'arredamento e alle finiture di casa vostra. Pavimento in legno caldo? Forse è meglio optare per una luce altrettanto calda, per evitare di creare contrasti troppo forti.

C'è poi un altro aspetto fondamentale: il colore e il materiale del filo che collega le luci. Nero, verde o trasparente? di plastica o di rame? Anche qui la scelta è più che altro estetica: il filo verde si mimetizza meglio all'interno di un abete dalla chioma bella folta, quello di rame rappresenta la tendenza più in voga degli ultimi anni. Insomma, a voi la scelta!

E poi: luci fisse o a intermittenza?

Se siete in cerca di originalissimi effetti scenografici noi vi diciamo una sola parola: Twinkly. Scommettiamo che non avrete più dubbi? La nuova frontiera dell'illuminazione del vostro Natale, a metà tra illuminazione, progettazione e gaming. 

 

4. A ognuno lo stile giusto

Avete già raccolto tutte le informazioni del caso sulle tendenze decorative di questo Natale 2020? Ne abbiamo scritto con dovizia di particolari qui ma vi facciamo un piccolo riassunto.
  1. Frozen: atmosfere rarefatte e glaciali, proprio come nel celebre film. Sembra quasi di sentir cantare Elsa e Anna!
  2. Nordic Winter: se trascorrere le festività nei paesi nordici è la vostra piccola ossessione!
  3. Cocoon Christmas: per gli amanti dei colori caldi e del lusso sfrenato. Una vera coccola che riscalda.
  4. Back to the Nature: uno stile che sa di terra, di sottobosco, di un ritorno alla natura pieno di vita.
  5. Night Before Christmas: amanti delle certezze e della tradizione, questa tendenza è per voi. Rosso, oro e verde? Of course! 

Avete già scelto la vostra tendenza preferita di questo Natale? Scoprite tutte le decorazioni disponibili sul nostro sito web!

 

Le decorazioni più belle per il tuo Natale le trovi da Bia Home & Garden

5. Fantasia negli addobbi

Palline, animaletti, stelle, rami e chi più ne ha, più ne metta. Su tutto questo una sola regola: mix and match.

Dopo aver definito i colori dominanti della nostra composizione, che potranno essere due o al massimo tre con relative gradazioni, scegliamo gli addobbi.

E qui davvero liberi tutti: combinate a vostro piacimento materiali, forme e colori, ricordando che, per rendere la composizione davvero interessante per chi guarda, serve dinamismo. Quindi giocate con i pieni e i vuoti, con le diverse finiture (glitter, opaco, perlato, trasparente), con le forme (tondi, stelle, quadrati, rami).

Ci vuole un po' di esperienza e quella si fa, anno dopo anno sul campo. Del resto, chi ha mai detto che decorare l’albero di Natale non sia un lavoro serio?

 

6. Tutti al proprio posto

Dare ordine nell’allestimento è il modo migliore per far risaltare le vostre decorazioni. Posizionate le catene luminose, PRIMA degli addobbi: questo vi permetterà di nascondere in modo efficace il filo di alimentazione e verificare che la distribuzione delle luci sia uniforme, prima di procedere con la composizione.

Solo in un secondo momento inserirete le decorazioni. Il tocco da maestro finale? Per i più esigenti potrebbe essere una bella tenda di micro-led che completa il vostro capolavoro con un'infinità di minuscoli punti luce scintillanti.

 

Esistono tante soluzioni per coprire la base del tuo albero di Natale artificiale

7. Armonia e prospettiva

Come decorare l’albero di Natale rispettando linee e proporzioni? Sistemate gli addobbi più grandi in basso e i più piccoli in alto. Ecco la regola base per creare anche un gioco di prospettiva!

Un altro consiglio fondamentale è: ricordate che il vostro albero di Natale ha tre dimensioni! Un errore comune è quello di posizionare tutti gli addobbi e le luci solo nella parte esterna dell'albero, di fatto appiattendo la composizione.

Invece, bando all'avarizia e provate a mettere qualche pallina anche nella parte più interna, vedrete come il risultato sarà più pieno e corposo!

Se vi piace l'idea, anche qualche rametto può fare al caso vostro dando ancora più dinamismo alla vostra opera d'arte: infilatelo dal basso verso l'alto, dopo aver aperto con cura le foglie.

 

8. L’importanza della base

La base dell’albero di Natale è uno dei dettagli - erroneamente - più trascurati. Ma, diciamocelo, com'è brutto vedere le gambine di ferro dell'albero artificiale spuntare in mezzo ai regali?

Per ricoprirle si può ricorrere a metodi tradizionali, come il classico copri base in tessuto, o utilizzare un copri base in vimini. In alternativa potete drappeggiare stoffe in nuance con gli addobbi.

Volete un effetto davvero super? Provate con questa base decorata in magnesite.

 

9. Sicurezza e protezione

Le palline di vetro sono sempre le più delicate. Per appenderle con sicurezza e stabilità è sempre bene aggiungere l’apposito gancio. In questo modo le vostre decorazioni saranno fissate con cura sull’albero di Natale.

Bambini e felini ad altezza palline? Il trucco sta nel mettere quelle di plastica nei piani bassi, così da limitare i danni e evitare incidenti domestici.

 

10: Sulla cima dell’albero…

La punta dell’albero di Natale è la regina delle decorazioni e può essere di varie forme. Che sia una stella, un fiocco o un angelo, l’importante è che rispetti il tema dell’albero e le tonalità utilizzate per gli addobbi.

E se fosse ad esempio un peluche? O uno gnomo nasone come questi?

 

Dopo questa guida facile e ricca di dettagli, nulla vi potrà più fermare, o quasi! Già che ne abbiamo parlato, vi resta un ultimo dubbio per un Natale a prova di gatto?. Anche per questo abbiamo tantissime soluzioni!

E ora bando alle chiacchiere! Ce la manderete una foto del vostro albero, vero?! 


Lascia un Commento

Attenzione! I Commenti verranno valutati prima di essere approvati e pubblicati